Progetti di ingegneria fluviale

geremeas-
geremeas-2
geremeas-3
previous arrow
next arrow

Cliente: Città Metropolitana di Cagliari

Titolo: Attività di progettazione inerente lo studio di fattibilità, il progetto di fattibilità tecnica ed economica, le progettazioni definitiva ed esecutiva, il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori e la DL inerenti ai lavori di sistemazione idraulica sul rio Geremeas, a Cagliari

Importo lavori: 4’400’000,00 €

Descrizione: Studio idrologico e idraulico del tratto finale del rio Geremeas, dal rilevato della SP17 fino alla foce.  Implementazione di un modello idraulico a moto vario e fondo mobile per la descrizione del comportamento dell’apparato dunale di foce, per definire le condizioni di valle. Implementazione di un modello idraulico 1D-2D a moto vario e fondo fisso per individuare le criticità idrauliche.
Analisi delle alternative di intervento per la mitigazione delle criticità e per l’aumento della resilienza dalle piene e individuazione dell’intervento migliore mediante analisi multi-criterio.

Periodo: 2021 – in corso

Stato dell’opera: in fase di progettazione


cungianus_
cungianus_2
cungianus_3
cungianus_4
previous arrow
next arrow

Cliente: Città Metropolitana di Cagliari

Titolo: Attività di progettazione inerente lo studio di fattibilità, il progetto di fattibilità tecnica ed economica, le progettazioni definitiva ed esecutiva, il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori e la DL dell’intervento individuato come “Manutenzione, risanamento e regimazione del Rio Is Congiaus”

Importo lavori: 4’400’000,00 €

Descrizione: Studio idrologico e idraulico del tratto del rio Is Congiaus nei territori comunali di Settimo San Pietro, Quartucciu e Quartu Sant’Elena. Implementazione di un modello idraulico 1D-2D a moto vario e fondo fisso per individuare le criticità idrauliche.
Analisi delle alternative di intervento per la mitigazione del rischio e delle criticità idrauliche, ambientali e paesaggistiche e per l’aumento della resilienza dalle piene. Analisi multi-criterio per l’individuazione della combinazione di interventi migliori. Progettazione degli interventi prescelti.

Periodo: 2019 – in corso

Stato dell’opera: in fase di progettazione


posada-
posada-2
previous arrow
next arrow

Cliente: SOGESID S.p.A.

Titolo: Progettazione, DL, coordinamento della sicurezza e servizi  complementari per l’intervento NU005A/10-2 “Interventi per la mitigazione del rischio idraulico nel bacino del rio Posada a valle della Diga Ls Maccheronis”

Importo lavori: 1’325’000,00 €

Descrizione: Soluzione delle problematiche idrauliche a cui è soggetto il territorio lungo il rio Santa Caterina nel comune di Torpè, fino alla S.S. 131, attraverso l’analisi di soluzioni alternative per la mitigazione del rischio idraulico, l’individuazione e la progettazione della soluzione ottimale in termini di costi e benefici ottenibili. 

Periodo: 2021 – in corso

Stato dell’opera: PFTE consegnato. In fase di approvazione.


Cliente: SOGESID S.p.A.

Titolo: Progettazione, DL, coordinamento della sicurezza e servizi complementari per l’intervento NU003A/10-2 – Interventi per la mitigazione del rischio idraulico del Rio Zarule in corrispondenza della foce del Rio Cedrino (Piana Santa Maria).

Importo lavori: 6’813’910,14 €

Descrizione: Progettazione degli interventi per la messa in sicurezza dagli allagamenti del Rio Zarule, causati sia dalle sue limitate capacità di deflusso sia dal rigurgito alla foce. La soluzione ottimale è definita attraverso un’analisi multicriteriale di più alternative, tenendo conto degli aspetti ambientali e sociali, del rapporto costi-benefici e della realizzabilità per stralci funzionali anche in relazione ai finanziamenti disponibili.

Periodo: 2021 – in corso

Stato dell’opera: In fase di progettazione.


piave-
piave-2
piave-3
previous arrow
next arrow

Cliente: Consorzio di Bonifica Piave.

Titolo: Progettazione definitiva, esecutiva, DL e coordinamento sicurezza relative ai progetti di mitigazione del rischio idraulico relativi ai corsi d’acqua del Riazzolo e del Ru Nero

Importo lavori: c.a. 800’000 €

Descrizione: Il progetto ha per oggetto la realizzazione di interventi di mitigazione del rischio idraulico nei territori comunali di San Zenone degli Ezzelini (TV) e Fonte (TV).
Le opere riguardano la realizzazione di due casse di espansione a miglioramento della sicurezza idraulica dei centri abitati dei comuni sopra citati e degli attraversamenti della rete consortile della Strada Pedemontana Veneta (SPV), in particolare dell’attraversamento del torrente Riazzolo.

Periodo: 2021

Stato dell’opera: Progettazione esecutiva consegnato e approvato.


marzenego-
marzenego-2
marzenego-3
marzenego-4
marzenego-5
marzenego-6
marzenego-7
marzenego-8
marzenego-9
previous arrow
next arrow

Cliente: Consorzio di Bonifica Acque Risorgive

Titolo: Progettazione Definitiva degli interventi di interconnessione idraulica e di realizzazione di bacini di laminazione, ricomposizione ambientale e fitodepurazione nel bacino scolante nella Laguna di Venezia, con riferimento ai sistemi idrografici di risorgiva del fiumicello Tergola e del fiume Marzenego

Importo lavori: 3.314.470,00 euro

Descrizione: L’intervento interessa il Fiume Marzenego corso d’acqua, gestito dal Consorzio di Bonifica Acque Risorgive, che sorge in provincia di Treviso a sud del centro storico di Castelfranco Veneto e scorre in direzione sud est per circa 40 km, attraversando un territorio fortemente antropizzato che ne fa decadere lo stato ecologico e a cui causa una significativa pericolosità idraulica, fino al Comune di Venezia dove sfocia in Laguna attraverso il Canale Osellino.
Il progetto prevede la realizzazione di un bacino di laminazione in derivazione a monte della città di Noale (VE) dal volume utile di circa 130’000 m³ occupando una superficie di circa 10 ha che sarà adibita, in condizioni ordinarie, ad area di fitodepurazione per il miglioramento della qualità delle acque del fiume e il contenimento dei nutrienti sversati in Laguna di Venezia. Il progetto inoltre prevede la sistemazione e rinaturalizzazione delle aree limitrofe con il ripristino della roggia bastarda del Molino dell’Asino e la sistemazione della confluenza tra lo scolo Fossalta e il Fiume Marzenego.

Periodo: 2021 – in corso

Stato dell’opera: in fase di progettazione


hdr
hdr
previous arrow
next arrow

Cliente: MA.CO ingegneria

Stazione Appaltante: Consorzio di Bonifica Alta Pianura Veneta

Titolo: Progettazione Preliminare ed Esecutiva degli interventi di manutenzione straordinaria della Roggia Caveggiara in Comune di Torri di Quartesolo (VI)

Importo lavori: PFTE complessivo: 2 milioni €; PE 1° lotto: 1 224 586.25 €

Descrizione: L’intervento del primo lotto esecutivo si prefigge di eseguire il ripristino e la messa in sicurezza definitiva dell’opera di disconnessione all’immissione della roggia Caveggiara nel Fiume Tesina, dopo il crollo del rilevato arginale avvenuto durante l’evento alluvionale del 06.12.2020, prevedendo il ripristino, rinforzo e diaframmatura delle arginature a ridosso della traversa e la sistemazione e protezione delle sponde dell’alveo con tecniche di ingegneria naturalistica per un tratto di circa 1 km a monte. Un secondo lotto prevede la definizione di una nuova viabilità di accesso all’idrovora Settecà da nord, lungo l’argine del Tesina, con la costruzione di un nuovo ponte di attraversamento del Tribolo in sostituzione di quello esistente che viene sommerso durante le piene più importanti, e il ringrosso delle arginature di accesso per permettere il transito in quota di sicurezza.

Periodo: 2021

Stato dell’opera: Progettazione esecutiva approvata.


hdr
hdr
hdr
previous arrow
next arrow

Cliente: BETA Studio srl

Stazione Appaltante: Protezione Civile Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia

Titolo: Progettazione Esecutiva degli Interventi D19-AMB-0844 in comune di Paluzza “Ripristino dell’officiosità del torrente But, delle difese spondali longitudinali e della soglia in corrispondenza al viadotto della SS 52 BIS”

Importo lavori: 1’876’030,35 €

Descrizione: È stata progettata una briglia in c.a. a doppia gàveta con fondazioni profonde su pali, di larghezza pari a 85 m e con un salto tra monte e valle pari a circa 7 m. Sono stati previsti interventi per il consolidamento delle sponde a cavallo della briglia per complessivi 215 m, mediante la ricostruzione della scarpata con terreno proveniente da scavi, localmente protetta con scogliere in massi.

Periodo: 2019

Stato dell’opera: Progetto Esecutivo approvato, lavori in corso di esecuzione


ortofoto lavori a febbraio 2022
fondazione opera di scarico 3
hdr
movimenti terra
opera di derivazione - sfioro
realizzazione argini cassa
hdr
fondazione opera di scarico 1
fondazione opera di scarico 2
previous arrow
next arrow

Cliente: Regione del Veneto

Titolo: Servizi di Direzione Lavori, del Coordinamento per la Sicurezza in fase di Esecuzione e delle attività accessorie, dell’intervento di “Realizzazione di un bacino di laminazione sul torrente Orolo nei comuni di Costabissara e Isola Vicentina (ID Piano 758) – Cod. Rendis 05IR020/G4

Importo lavori: 6’423’372,26 €

Descrizione: Le opere consistono nella realizzazione di un bacino di laminazione delle piene (volume di invaso pari a 973’000 m³) sul torrente Orolo, affluente del fiume Bacchiglione a monte di Vicenza.

Gli interventi comprendono:

  • bacino di laminazione: abbassamento di 1.2 m del piano cassa, su una superficie di 17 ettari, formazione di nuovi rilevati arginali (oltre 2 km), rialzo e ringrosso delle arginature esistenti (500 m), protezioni di sponda;
  • opere idrauliche in calcestruzzo: briglia di controllo dei livelli in alveo, manufatto di alimentazione (sfioro a soglia fissa); manufatto di scarico e sfioro di sicurezza;
  • sistemazioni agrarie dei fondi interni al bacino e opere a verde.

Periodo: 2020-in corso

Stato dell’opera: lavori in corso di esecuzione


IMG_20200929_104959
lotzorai-
lotzorai-2
previous arrow
next arrow

Cliente: Comune di Lotzorai.

Titolo: Progettazione e Direzione Lavori delle “Opere di salvaguardia bacino del Rio Pramaera”.

Importo lavori: c.a. 3’600’000 €

Descrizione: Progettazione degli interventi di messa in sicurezza della zona di foce del Rio Pramaera tramite sistemazione dell’alveo e realizzazione di rilevati arginali inseriti nel contesto agricolo e naturale fino al litorale sabbioso.

Periodo: 2020-in corso

Stato dell’opera: PFTE concluso, in attesa di approvazione


Allagamenti SdF
nuoro-
nuoro-2
previous arrow
next arrow

Cliente: Comune di Nuoro

Titolo: Progettazione di fattibilità tecnica ed economica e definitiva, dei lavori di “messa in sicurezza del rio Thiesi e del rio Lollove”.

Importo lavori: c.a. 5’000’000 €

Descrizione: Progettazione degli interventi di messa in sicurezza della zona in corrispondenza della circonvallazione sud di Nuoro attraverso la realizzazione di un nuovo canale a cielo aperto in calcestruzzo (lunghezza circa 1 km) in sostituzione dell’attuale canale tombato di dimensioni non adeguate al deflusso delle portate di piena.

Periodo: 2020-in corso

Stato dell’opera: PFTE concluso, in attesa di approvazione


Studio idraulico - planimeteria dei livelli allo Stato di fatto-web
Studio idraulico - planimeteria dei livelli allo Stato di progetto-web
Viste dell'alveo del Cordevole nell'area di intervento-web
previous arrow
next arrow

Cliente: Veneto Strade

Titolo: Ordinanza n1/2018 del Commissario delegato per i primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio della Regione Veneto, a partire dal mese di ottobre 2018. Interventi di cui all’art. 24 quater, L.136/2018. – VENSTR-110 S.R. 203 “Agordina” Realizzazione opere di rifacimento scarpata e ripristino corpo stradale in loc. Le Campe. – Servizi di supporto alla verifica idraulica delle nuove opere a valle della località “Le Campe”. CUP: J67H19001420001 CIG: Z052AD2371

Importo lavori: c.a. 18’000’000 €

Descrizione: Studio idraulico con modello 2D delle criticità idrauliche attuali, aggravate dalla tempesta Vaia, del tratto di torrente Cordevole da Agordo a Ponte Mas (18 km), ideazione e analisi di diverse soluzioni alternative e confronto delle stesse tramite Analisi Multi Criterio (performance idrauliche, costi e benefici, impatti). Definizione nel dettaglio della soluzione prescelta che prevede il ripristino dell’officiosità idraulica dell’alveo attraverso lo scavo dei tratti sovralluvionati e il riutilizzo del materiale per creare una pista di servizio in sponda destra (10.6 km) e per realizzare il rilevato in sinistra (6,6 km) funzionale alla modifica del tracciato della SR203 così da metterla in sicurezza idraulica e dal pericolo di caduta di massi dal versante. Sono inoltre previsti interventi localizzati di sistemazione e protezione delle sponde e dell’alveo.

Periodo: 2019-2020

Stato dell’opera: Concluso e approvato


Scolo Navegale – evento di piena del novembre 2018
adige-e-
adige-e-2
adige-e-3
previous arrow
next arrow

Cliente: Consorzio di Bonifica Adige Euganeo

Titolo: Progettazione definitiva ed esecutiva dei “Lavori di interconnessione idraulica tra i bacini di bonifica Gorzon Inferiore e Gorzon Medio ed il fiume Adige”.

Importo lavori: 23’150’395,69 €

Descrizione: L’obiettivo dell’intervento è la soluzione delle criticità idrauliche determinate dall’impossibilità di scaricare, durante gli eventi più gravosi, le acque dei due bacini del Gorzon Medio e Inferiore nel Fiume Gorzone.  È stato quindi prevista la realizzazione di un nuovo canale di collettamento al Fiume Adige, lungo quasi 2 km e con una serie di botti a sifone sottopassanti il Gorzone e lo Scolo Sabbadina, nonché un impianto idrovoro da 26 m³/s in fregio all’argine sinistro del Fiume Adige per lo scarico delle portate in caso di piena.

Periodo: 2019-2020

Stato dell’opera: Progettazione Esecutiva conclusa e approvata.


secchia-
secchia-2
previous arrow
next arrow

Cliente: Agenzia Interregionale del Fiume Po – Ufficio Periferico di Ferrara

Titolo: MO-E-1323 Lavori di adeguamento strutturale e funzionale del sistema arginale difensivo tramite interventi di adeguamento in quota e in sagoma a valle della cassa fino al confine regionale per garantire il franco di 1 metro, rispetto alla piena di TR 20 anni nello stato attuale e la stabilità e resistenza dei rilevati, comprensivo delle indagini geologiche-geognostiche preliminari – fiume Secchia – II STRALCIO, I lotto. CUP: B72H18000370002 – CIG: Z262C7D757.

Importo lavori: € 11.077.913,60 €

Descrizione: Durante l’esecuzione dei lavori di adeguamento dell’arginatura in destra e sinistra del fiume Secchia (rialzo e ringrosso arginale, diaframmatura in c.a. strutturale, diaframmatura plastica per contrasto alla filtrazione, adeguamento delle difese spondali) sono state rilevate, in 5 siti, alcune criticità operative dovute a particolarità locali. L’incarico riguarda l’esecuzione, a seguito dei risultati di una campagna di indagini geognostiche di dettaglio, delle verifiche geotecniche e strutturali in corrispondenza dei 5 siti d’intervento e del conseguente adeguamento progettuale delle soluzioni tecniche da adottare.

Periodo: 2020

Stato dell’opera: Studio concluso. Lavori in corso di esecuzione.


planimetria di progetto cassa di Prà dei Gai sul Livenza a Portobuffolè (TV)-web
planimetria di progetto cassa sul Monticano a Fontanelle (TV)-web
previous arrow
next arrow

Cliente: BETA Studio srl

Stazione Appaltante: Regione del Veneto

Titolo: “Ampliamento e regimazione delle casse di espansione Prà dei Gai per la laminazione delle piene del Livenza alla confluenza col Meduna” – Consulenza per la progettazione delle opere idrauliche nell’ambito dello sviluppo del Progetto Definitivo.

Importo lavori: 16’900’000 €

Descrizione: il progetto prevede la realizzazione di una cassa di espansione di volume pari a 19 milioni m³ sul Livenza a Portobuffolè e una da circa 1 milione m³ sul Fiume Monticano a Fontanelle (TV).

La cassa sul Livenza prevede la realizzazione di: nuovi rilevati arginali e il rialzo e il reingrosso dei rilevati esistenti (8.3 km); manufatto di derivazione costituito da uno sfioro a soglia fissa lunga 135 m; tre chiaviche presidiate da paratoie di regolazione/scarico delle acque del bacino.

La cassa sul Monticano è suddivisa in due settori, separati dal torrente Cervadelle e interconnessi da una botte a sifone. La conterminazione della cassa è garantita dai rilevati esistenti, ringrossati ed adeguati in quota, ove necessario, e da arginature appositamente realizzate (totale 2.1 km). È prevista la realizzazione di una soglia sfiorante lunga 80 m (opera di presa) e di una chiavica per lo scarico delle acque invasate.

Periodo: 2019-2020

Stato dell’opera: Progetto definitivo approvato.